Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma-Porto, Gomes (resp. scouting): “La nostra forza sta nel collettivo. Domani ritroveremo il gol”

L’attuale responsabile scouting del Porto: “Dzeko è sempre pericoloso, però Zaniolo oggi è importante allo stesso modo. Tecnicamente è forte ed è veloce”

Fernando Gomes, ex bandiera dei Porto e attuale responsabile scouting del club lusitano, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’emittente radiofonica Tele Radio Stereo:

Sei per il Porto quello che Totti rappresenta qui…

“Praticamente si, i gol sono gli stessi”

Che ruolo svolgi ora?

“Rappresento il Porto nei sorteggi, e sono il direttore scouting”.

Che momento sta vivendo il Porto?

“L’unica cosa che ci manca in questo momento è il gol, ma credo che domani sera ci sbloccheremo in zona gol”

Si, ma mancano Marega e Aboubakar...

“Abbiamo altri giocatori che possono fare gol, la nostra forza sta nel collettivo”.

Il giocatore che oggi rappresenta di più il Porto?

“Puo’ essere Herrera, Brahimi, Casillas, Felipe…”

Il Porto ha un strategia ben stabilita, fatta di un gioco veloce…

“Si, è un calcio fatto dal collettivo con velocità e aggressività. In campo i ragazzi danno tutto, e questa è la cosa più importante. Poi è chiaro che ci sono giocatori con qualità tecniche importanti, e quindi il possesso palla diventa una nostra caratteristica”.

Militao com’è?

“Lo seguivamo da 10 anni, pensavamo di prenderlo per la squadra B, poi è rimasto al San Paolo. È un giocatore veloce e forte in marcatura. Ha grande personalità e maturità”

Anche il Porto, sul mercato, porta avanti la strategia del trading?

“Si, il Porto lavora in questo modo. Non ha il potere finanziario che ha la Roma. Il Portogallo è una paese che nel calcio non ha un gran potere economico.”

Qual’è il giocatore della Roma che ammiri di più?

“Dzeko è sempre pericoloso, però Zaniolo oggi è importante allo stesso modo. Tecnicamente è forte ed è veloce. Anche El Shaarawy è pericoloso. La Roma ha molti grandi giocatori”.

Herrera andrà via a parametro zero?

“È in scadenza di contratto, ma lui è qui da tanto e si trova molto bene al Porto. Solo lui può conoscere il suo futuro”

Un pronostico per domani?

“Non mi piace farli, ma nel doppio confronto ho fiducia nel Porto”

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News