Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Pau Lopez in arrivo. Si studiano i prossimi colpi: Veretout e Higuain in pole position

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORT – La Roma sa che la Juve prenderebbe Zanioloma a condizioni diverse rispetto ai 60 milioni che i giallorossi vorrebbero per benedire l’operazione. La chiave è Gonzalo Higuain.

Lo Shanghai Shenhua ha ormai convinto il giocatoreManca però l’accordo con la Roma che chiede 20 milioni più bonus. I cinesi sono arrivati a 15. Ancora voci turche su Kolarov: ma non ci sono dubbi sulla sua conferma alla Roma. Capitolo Gerson: l’ingombrante padre-agente del brasiliano parla di “Flamengo all’80%“, ma agli agenti non risulta, perché l’offerta è troppo bassa. Gerson martedì quindi sarà presente al raduno di Fonseca. Sul fronte acquisti, almeno per il momento, Bartra non interessa più.

Catalano dal carattere bello tosto e capelli da “marine”Pau Lopez. Viene dal “pueblo”, Pau, con la fame di chi vuole emergere a tutti i costi e ci sta riuscendo alla grande, nonostante qualche passo falso. Cresciuto nel Girona, è passato giovanissimo alla cantera dell’Espanyol, con il quale ha debuttato nel 2014 in prima squadra. Ma è nel 2016 che si fa notare. In un derby di Coppa del Re con il Barcellona rifila un pestone sulla caviglia dI Messi a palla lontana. La stampa lo accusa, lui si difende sostenendo l’involontarietà del gesto.

Pau Lopez è il nuovo portiere della Roma. La Roma lo ha pagato 20 milioni cash più la rinuncia alla percentuale del 50% sul cartellino di Antonio Sanabria, ora in prestito al Genoa, valutato 7,5 milioniLopez firmerà un contratto di 5 anni a 2 milioni netti a stagione.

Batistuta aveva 31 anni e 4 mesi quando arrivò a Roma. Facendo i conti con le parole diPetrachi e con le storie argentine, c’è una coincidenza quasi magica tra centravanti: Gonzalo Higuain oggi ha 31 anni e 6 mesi, più o meno la stessa età dell’illustre predecessore. Anche la Roma del 2000 aveva chiuso al sesto posto.

IL CORRIERE DELLA SERA – Da Sabaudia Totti la definisce “strana” la sua estate e lo è per davvero visto che l’ex dirigente della Roma è chiamato a decidere il suo futuro: “Mai pensavo che avrei scelto di lasciare la Roma, ma ormai è fatta. Il mio futuro potrebbe essere in Italia o anche all’estero, in Europa“.

Dopo la prima fase di ritiro, che si svolgerà completamente a Trigoria, la Roma sta progettando una serie di amichevoli internazionali da disputare nei primi 15 giorni di agosto.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Tutto si può dire di Pastore tranne che non abbia pensato alla Roma in queste settimane estive. Se da una parte non trovano tante conferme le voci di un suo traserimento in Cina, dall’altra trova conferma la volontà dell’argentino di giocarsi le sue carte nei prossimi mesi. A giugno non è mai stato fermo, si è sempre allenato e quasi sempre con i pantaloncini della Roma. Chi lo conosce bene dice che ce la sta mettendo tutta per convincere il club, e Fonsecaa non farlo andare via.

Batistuta e HiguainIl primo con i club chiuse a 1,77 gol ogni 90 minuti, il secondo è a 1,99 nonostante l’ultima stagione non sia andato oltre le 13 reti. La differenza è che il “Re Leone” arrivò nella Capitale nel pieno della sua forza per vincere lo Scudetto, il Pipita, invece, guiderebbe da top player un gruppo di giovani senza l’assillo della vittoria immediata e con la voglia di rilanciarsi dopo un anno da dimenticare.

La Roma ha scelto Pau Lopez come portiere acquistandolo per quasi 20 milioni più la percentuale sulla rivendita di Sanabria, valutata sui 7,5 milioni di euro, dal Betis SivigliaE’ diventato il portiere più pagato della storia romanista e a 24 anni ha già esordito con la Spagna.

IL TEMPO – Daniele De Rossi, così come Totti, non vestirà altre maglie e sta per annunciare una decisione sofferta, che ormai sembra aver preso: il ritiro dal calcio giocato e l’inizio di una nuova carriera da allenatore.

Pau Lopez costerà 20 milioni di euro più bonus e la rinuncia al 50% del cartellino di Sanabria, valutato circa 7 milioni di euro. Ieri il portiere, che ha deciso di rinunciare a 2,5 milioni d’ingaggio complessivi pur di vestire in giallorosso, è partito per il ritiro di Montecastillo, segno di un affare ancora non concluso.

LA REPUBBLICA – La Roma tenta l’assalto a Veretout inserendo Defrel nella trattativa. L’attaccante, messo in un primo momento per arrivare a Barella, è diventato una pedina di scambio per arrivare al centrocampista francese, ora i club dovranno trovare un accordo per il conguaglio. I giallorosso vorrebbero mettere sul piatto 5 milioni mentre la Fiorentina rilancia con 10.

IL MESSAGGERO – Più che una porta, un soffietto. Apri e chiudi, ricordando anche di aver visto difendere i pali giallorossi da ottimi portieri come De Sanctis e Szczesny e da straordinari come Alisson, ma anche no. Comunque ne abbiamo conosciuti tanti. Una decina.

Gianluca Petrachi porta a Trigoria – arriva in queste ore – un vero e proprio gioiellino che in Liga si è fatto apprezzare per la sua reattività e carisma. Pau Lopez è il portiere adatto per il tipo di gioco di Fonseca: preciso con i piedi – sia sui passaggi lunghi che corti – e preparato sulle palle alte.

Definito l’acquisto di Pau Lopez (al Betis 23 milioni più la rinuncia della percentuale del 50% sulla futura rivendita di Sanabria, per un minimo di 7,5 milioni) il prossimo obiettivo del ds salentino riguarda la mediana. Con il Milan ad un passo da Bennacer, la Roma ha un’autostrada davanti a sé per Veretout.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola