Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Kolarov, l’uomo che non tramonta

Nono derby per il terzino

A memoria non ha mai speso parole appassionate per il derby o per altre gare. Poco incline a far trasparire emozioni, si limita ad affrontare il mestiere con il giusto impegno. Eppure suo malgrado, Aleksandar Kolarov è un uomo derby a tutti gli effetti visto il suo passato ma anche i numeri. Oggi sarà la sua nona volta in un derby: le prima 4 con la Lazio, mentre le ultime 5 con la Roma. Bilancio personale favorevole con 4 vittorie, 3 sconfitte ed un pareggio. Fra le due ere c’è un abisso di ben 7 anni, ma visto che non frequenti i passaggi da una sponda del Tevere all’altra è al centro di un vero e proprio rumor mediatico.

Si presenta al derby con una strepitosa punizione alla prima giornata contro il Genoa e quest’anno alla soglia dei 34 anni potrà anche rifiatare di più visto l’arrivo di Spinazzola. Alla fine della scorsa stagione si parlava di un’avventura in giallorosso al capolinea, con Inter e Stella Rossa pronti ad accoglierlo a braccia aperte. Ora la situazione si è ribaltata: il contratto scade a giugno 2020 ma la Roma sta pensando di offrirgli il prolungamento per un altro anno, l’accordo potrebbe trovarsi in tempi brevi. Lo riporta il quotidiano Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa