Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

L’Europa League riduce le gare serali alle due romane

Spesso di pomeriggio Roma e Lazio

Fino alla sosta natalizia le due romane giocheranno quasi sempre di pomeriggio, disputando in notturna in sostanza solo i big match. Dopo la sosta infatti la squadra di Inzaghi andrà in campo a Ferrara contro la Spal mentre i giallorossi affronteranno il Sassuolo in casa. Alla quarta la Roma andrà a Bologna e la Lazio ospiterà in casa il Parma. Il turno infrasettimanale di fine settembre coincide poi con due partite importanti, con la squadra di Fonseca che affronterà l’Atalanta all’Olimpico e quella di Inzaghi che andrà a trovare l’Inter di Antonio Conte a Milano.

Sesta di campionato in contemporanea, alle 15 biancoazzurri contro il Genoa e Roma con il neopromosso Lecce e le due romane giocheranno allo stesso momento pure nella settima giornata. Lazio a Bologna e Roma con Il Cagliari. L’ottava giornata si aprirà a Bergamo dove la Lazio affronterà i ragazzi di Gasperini mentre la Roma sarà impegnata in casa con la Sampdoria del suo ex Di Francesco.

Entrambe in serale alla nona di Serie A, Roma contro il Milan e Lazio al Franchi. Secondo turno infrasettimanale con Lazio-Torino e Udinese-Roma, mentre all’undicesima la Roma affronta il Napoli e la Lazio il Milan. Per quanto riguarda il dodicesimo turno Inzaghi affronterà il Lecce mentre la Roma sarà a Parma prima di affrontare il Brescia alla tredicesima in casa con la Lazio che sarà di scena a Reggio Emilia dal Sassuolo.

Poi Udinese per la Lazio ed Hellas Verona per la Roma prima dei big match della quindicesima con Inter-Roma e Lazio-Juve. A chiudere la Roma ospita la Spal per la sedicesima e la Lazio va a Cagliari. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa