Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Tiribocchi: “Atalanta-Roma sarà uno spettacolo. Non è facile capire cosa sia successo ai giallorossi”

Parla l’ex centravanti

Simone Tiribocchi, ex calciatore dell’Atalanta, ha parlato a Centro Suono Sport dell’imminente sfida tra i bergamaschi e la Roma:

Sicuramente Atalanta-Roma sarà un grande spettacolo, malgrado i giallorossi siano in difficoltà in questo momento, si affronteranno due squadre che amano giocare a viso aperto e che si stanno contendendo il quarto posto. Non è facile da capire cosa sia successo alla Roma in queste settimane, dopo la prestazione del derby non pensavo ci potesse essere quella partita col Sassuolo. A Reggio Emilia hanno fallito tutti, la partita è stata sbagliata da tutta la squadra, può magari succedere che ci si presenti con la testa un po’ scarica, ma la Roma è abituata a giocare più volte all’interno di una settimana.

Parlando con Fonseca dopo il Sassuolo abbiamo capito che il problema fosse mentale, non fisico o tecnico, ma è difficile dare una spiegazione univoca. Vedo in difficoltà Mancini, forse è un po’ in affanno fisicamente come qualche altro compagno di squadra. Se devi pressare costantemente e c’è qualcuno che sbaglia i tempi, è chiaro che poi tutta la squadra ne risenta. Dzeko? Tecnicamente non gli manca niente, sul piano dei numeri è un po’ indietro rispetto ad altri centravanti, quello che non capisco è perché la Roma crossi tantissimo avendo in area solo lui e non altri centravanti che vadano a saltare.

Contro l’Atalanta non mi aspetto che la Roma giochi a specchio, certamente la Dea partirà forte puntando sull’entusiasmo e sul fattore campo, credo che Fonseca abbia lavorato molto sulla testa della squadra e sull’autostima dei giocatori. Credo il portoghese stia facendo molto bene, ha delle idee interessanti, l’unico aspetto sul quale credo possa migliorare è la lettura delle partite in corsa, capire i momenti, vale anche per i giocatori in campo. Certamente ha ampi margini di miglioramento“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News