Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Coronavirus, sospese quattro partite di Serie A. Tutti gli aggiornamenti LIVE

Il provvedimento annunciato dal Premier Conte

L’emergenza Coronavirus non si ferma, portando con sé alcuni drastici provvedimenti nelle regioni colpite.

13:10 – A rischio Inter-Ludogorets di Europa League. La squadra bulgara è preoccupata per il Coronavirus a Milano: “Chiesti chiarimenti a UEFA e Inter”.

12:23 – Anche il calcio femminile si ferma. Sono 4 gli incontri sospesi tra Serie A e B in Lombardia e Veneto, a causa del coronavirus. AC Milan-Fiorentina Women (Campionato Serie A TIMVISION- 5°giornata di ritorno), Fortitudo MozzecaneRoma Calcio Femminile (Campionato Serie B – 4° giornata girone di ritorno), Hellas Verona WomenLady Granata Cittadella (Campionato Primavera- girone 1 – 7° giornata di ritorno) e Permac Vittorio VenetoRavenna Women (Campionato Primavera- girone 1 – 7° giornata di ritorno).

11:25 – Anche a Torino il calcio si ferma. La gara di questo pomeriggio tra Torino e Parma è stata rinviata a causa del coronavirus.

01:00 – Come annunciato dal Premier, Giuseppe Conte, all’interno di una lunga dichiarazione, tutti gli eventi di natura sportiva, che avrebbero avuto luogo in Lombardia e Veneto saranno annullati.

“Il ministro Spadafora ha già annunciato la determinazione a sospendere tutte le attività sportive programmate per domani in Veneto e in Lombardia”, le parole del premier. Rinviate quindi Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria. Gara a rischio anche quella tra Torino e Parma.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News