Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, il trio spagnolo anti-Siviglia

Fattore spagnolo a Trigoria

Di settimana in settimana gli spagnoli stanno crescendo soprattutto in termini di personalità. Pau Lopez è il calciatore più impiegato con i suoi 3000 minuti in campo, Perez si è dimostrato brillante fisicamente segnando alla prima da titolare un gol decisivo, e Villar ha esordito dall’inizio a Cagliari guadagnandosi un 6,5 in pagella e soprattutto il plauso del suo allenatore. La Roma ha raggiunto i 12 rappresentanti spagnoli nel corso della sua storia e il primo è stato Peirò negli anni 60. Viaggiando verso Siviglia la squadra sorvolerà alcuni luoghi significativi: la Catalogna di Pau Lopez e Perez e, scendendo verso il sud del Paese, la bellissima Elche. Potrebbero giocare tutti e tre dal primo minuto.

Lopez è un vero regista difensivo e lo dicono i suoi dati, altissimi quelli dei palloni toccati in 90′. Villar potrà tornare utile in un centrocampo orfano dello squalificato Veretout e di un Diawara ancora non al meglio. E’ un classe ’98 e proviene dalla Serie B spagnola e, facendosi trovare subito pronto, può scalare le gerarchie. Perez, invece, ha già dimostrato di saper trovare una buona intesa con gli altri compagni in fase offensiva. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa