Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 9 marzo 2008: la Roma espugna il San Paolo grazie ai gol di Perrotta e Totti (VIDEO)

La rincorsa della Roma sull’Inter prima in classifica continua: Perrotta apre le marcature a 2 minuti dall’inizio, poi un rigore di Totti regala i 3 punti ai giallorossi

Il 9 marzo del 2008 la Roma espugnava il San Paolo di Napoli vincendo 0-2. Entrambe le squadre vivono un momento di forma positivo, sopratutto la Roma, reduce dalla stupenda vittoria del Santiago Bernabeu. La partita, decisiva per il cammino della Roma in scia dell’Inter, viene decisa grazie alle reti di Perrotta e Totti. I giallorossi premono subito sull’acceleratore, e al 2′ minuto arriva subito il vantaggio: Totti recupera palla a metà area e serve Perrotta, che dalla destra trova il gol del vantaggio giallorosso. Pochi minuti dopo potrebbe arrivare il raddoppio giallorosso, sempre grazie a Perrotta, ma Gianello nega il gol con un miracolo.

Nella ripresa il Napoli cerca di rimediare, ma al 49′ Mannini atterra Cicinho in area di rigore concedendo il calcio dal dischetto ai giallorossi. Sul punto di battuta parte Totti, che trova il gol del raddoppio. La Roma, forte del doppio vantaggio, tiene in mano il pallino del gioco e tenta in più di un occasione di trovare il terzo gol. Il Napoli non demorde, ma dopo il gol annullato ad Hamsik per fuorigioco, getta la spugna. La Roma vince e convince, rimanendo seconda dietro all’Inter, a 6 lunghezze dai nerazzurri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord