Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Speranza Zaniolo: con la A fino a giugno suo rientro possibile

Il calendario diventa così il miglior alleato del talento giallorosso

Il lato positivo. Cercarlo in questi giorni è molto complicato, ma doveroso. Il probabile slittamento dell’Europeo al 2021 e la ripresa della stagione a maggio regala una speranza a Nicolò Zaniolo e alla Roma nella corsa Champions. Il talento giallorosso, fermo ai box dopo la rottura del crociato del ginocchio destro, potrebbe infatti disputare il finale di stagione e vestirsi d’azzurro per la rassegna europea. Ciò che era impossibile fino a 2 settimane fa ora diventa possibile. Dopo il controllo dello scorso 13 febbraio, Zaniolo a Trigoria ha iniziato a caricare di più sul ginocchio infortunato a due mesi dal crack. E la risposta è stata positiva. Lo staff medico aveva comunque pensato di estendere i tempi di recupero, ma il nuovo disegno dei calendari cambierà le carte in corsa. A giugno, nelle ultime giornate di serie A ed Europa League, saranno passati 5 mesi da quel Roma-Juve.

Zaniolo potrebbe tornare utile a Fonseca che dall’infortunio del numero 22 ha vissuto una vera e propria crisi: 4 sconfitte e 1 pareggio in 8 partite di campionato.Torna in ballo anche l’Europeo che Nicolò non avrebbe mai giocato. Se in queste ore arriverà, come previsto, la sospensione della competizione. Zaniolo ieri ha anche preso parte alla campagna che si svilupperà sui canali ufficiali della FIGC e delle Nazionali italiane maschile e femminile: una social activation in cui molti protagonisti Azzurri scenderanno in campo per affrontare una partita diversa dalle altre, attraverso 11 regole del gioco. Ciascun protagonista della campagna realizzerà una storia e un breve video in cui racconterà la propria regola e inviterà il pubblico a condividere il messaggio e ad interagire con l’hashtag ufficiale della campagna.
Lo riporta “Leggo”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa