Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Torna a parlare Marcão, il papà di Gerson: “A Roma ci hanno fritto. Grazie a Dio ce ne siamo andati”

“Siamo rimasti in Hotel per 3 mesi, problema risolto da Totti”

“Abbiamo avuto una trattativa l’anno scorso con il Nizza, ma Gerson era appena arrivato a Flamengo. L’idea è quella di costruire una storia nel club. Siamo sempre stati dei flamenguisti. Gerson è estremamente felice”.

Marcão rivela inoltre un interesse dalla Premier per suo figlio: “Nessuno sapeva dell’Arsenal, ma ora che te lo sto dicendo, lo sapranno tutti”, facendo riferimento a Raul, un manager che si è trasferito nel club inglese e che aveva già provato a prendere il brasiliano in passato.

Si torna quindi al momento della trattativa che stava portando Gerson al Barcellona, prima di trasferirsi invece alla Roma: “Avevamo sistemato tutto, firmato…ma il Barcellona voleva pagare solo 8 milioni di euro al Fluminense, che aveva davvero bisogno di soldi. Quindi, abbiamo scelto di chiudere con la Roma, che ha offerto 16 milioni di euro”.

Cosa non ha funzionato in Italia? Questa la versione di Marcão“Volevano che firmassi con un procuratore”, riferendosi ai dirigenti della Roma. “Ci hanno ‘fritto’ lì. Così tanto che non abbiamo potuto neanche affittare una casa. Siamo dovuti rimanere in un hotel per 3 mesi. In tutte le case che abbiamo cercato di affittare, dovevo parlare con questo uomo d’affari, di cui non voglio nemmeno dire il nome. Abbiamo risolto solo quando Gerson ha parlato con Totti. E ci siamo trasferiti nell’appartamento di Totti”.

Prosegue il racconto: “Non ha funzionato. Gerson ha segnato…Ricordo che Gerson ha segnato due gol contro la Fiorentina e dopo non ha mai giocato di nuovo. C’è stata una volta in cui è stato messo esterno, senza essercisi mai allenato, per marcare Higuain. Ma comunque…Grazie a Dio siamo riusciti ad andarcene”.

Per far ritorno al Flamengo, che non era l’unica squadra brasiliana interessata al figlio: “Ci hanno provato anche Palmeiras, Corinthians, Grêmio e Atlético-MG. Volevano in prestito Gerson e la Roma accettava solo di vendere, e chiedeva 15 milioni di euro. Il Mineiro venne persino in Italia, ma non volevano nemmeno incontrarlo”. Ora pare che sul giocatore ci siano gli occhi anche di Tottenham e Borussia Dortmund: “Ma hanno solo fatto un sondaggio” conclude Marcão. Lo riporta esportes.yahoo.com.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News