Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Parla Menez: “Tornare alla Roma? Sì, mi piacerebbe” (VIDEO)

Parla l’ex calciatore giallorosso

Jeremy Menez ha parlato in una diretta Instagram organizzata dalla “Gazzetta dello Sport”. Ecco le sue parole:

Ti senti più legato a Roma o a Milano?
“Sono due città e squadre differenti. Sappiamo tutti cosa rappresenta il Milan, ma la Roma ha qualcosa di particolare. Mi sono trovato molto bene a Roma, come al Milan, ma avevo anche due età differenti. Non posso paragonarle”.

Montella?
“Montella l’ho conosciuto sia da giocatore che da allenatore. A Roma non ci siamo lasciati molto bene e quando è arrivato al Milan (da allenatore, ndr) io ero rimasto con una mia opinione negativa su di lui ed ho sbagliato. Dopo ho chiesto di andare via”.

Considerando le tue qualità, hai qualche rammarico?
“Potevo sicuramente fare di più, ma nella vita riceviamo tutto quello che meritiamo. Sono contento di tutto quello che ho fatto e non è ancora finita”.

A Roma si sente di più il derby rispetto che a Milano?
“Sì, assolutamente. Passi tutta la stagione aspettando quella gara”.

Torni in Italia l’anno prossimo?
“Io ho il contratto in scadenza e, ad essere sincero, mi hanno contattato alcuni club di Serie A e Serie B”.

Ranieri ti trattava come un figlio…
“Ero giovane, sono arrivato a Roma a 19 anni. Per me è stato impressionante il primo giorno. Il primo anno avevo Spalletti, un grande allenatore, mi è piaciuto molto. Poi è arrivato Ranieri e avevamo un ottimo rapporto.

Il rapporto con Totti?
“Anche con lui avevo un rapporto speciale. Giocavamo a poker insieme in ritiro, durante gli allenamenti scherzavamo sempre. Eravamo un gruppo bellissimo”.

Un rammarico nella tua esperienza alla Roma?
“Non aver vinto lo Scudetto del 2010, stavamo vincendo 1 a 0 contro la Sampdoria ed eravamo primi a poche giornate dal termine”.

Cosa successe contro la Sampdoria?
“Non te lo so spiegare, contro il destino non si può fare nulla”.

Un tifoso ti chiede di tornare alla Roma…
“Mi piacerebbe (ride, ndr), ma non lo so”.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News