Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Schick: “Possiamo vincere la Champions. Voglio rimanere al Lipsia, ma non dipende da me”

Le parole del centravanti ceco

A differenza di Werner, sei rimasto per giocare la Champions con il Lipsia. Perché?
“Certo, dopo tutto è la Champions League. Non ci sono stati mai dubbi per me. Quest’anno, con il fatto che si giocherà il turno a partita secca, è più facile andare avanti. C’è anche la possibilità di andare in finale”.

Il Lipsia ha possibilità di vincere la Champions?
“Ci sono ancora molte big in corsa. Ma abbiamo dimostrato la nostra qualità nelle gare precedenti. Abbiamo una possibilità anche se ovviamente non siamo i favoriti”.

L’Atletico Madrid ha giocato molto più a lungo rispetto alla Bundesliga, è un vantaggio per il Lipsia?
“Difficile da dirsi. La pausa più lunga ci ha sicuramente fatto bene. La stagione è stata estremamente lunga e questa sosta penso che ci renda più freschi rispetto all’Atletico”.

Cosa sarà importante contro l’Atletico?
“L’Atletico è un club fantastico. Ci aspetta una partita difficile. Penso che chi segnerà il primo goal abbia buone probabilità di vincere poi la partita, loro giocano un po’ più sulla difensiva”.

Il tuo futuro non è ancora chiaro, sei preoccupato?
“Non è che non so cosa succederà dopo la Champions perché fondamentalmente ho ancora due anni di contratto con la Roma. E se il Lipsia e la Roma trovano una soluzione potrei restare qui. Ma non è una decisione che devo prendere io. Quest’anno sarà anche tutto più complicato a causa della strana finestra di mercato, ma io non ho ancora lasciato il mio appartamento (ride, ndr)”.

Qual è la tua volontà?
“Voglio restare qui! Abbiamo giocato un’ottima stagione. Credo nella squadra e nella filosofia dell’allenatore. Mi piace il suo calcio. Penso che abbiamo le qualità per giocarci il titolo. E poi giochiamo la Champions League. Quindi tutto è adatto a me”.

In che modo Nagelsmann ti ha migliorato?
“Giochiamo a calcio attraente, mi piace. Sono qui anche per lui. Quando mi sono trasferito a Lipsia la scorsa estate, mi ha detto che in realtà voleva portarmi con lui già all’Hoffenheim. Sono diventato più vario nel mio stile di gioco da quando mi allena lui”.

Quanto sarà difficile sostituire Werner?
“Timo, per i gol che faceva, era un giocatore molto speciale. Ma anche senza di lui abbiamo una squadra di altissima qualità e con Hee-chan Hwang abbiamo un nuovo e ottimo attaccante. Certo, avrà bisogno di tempo”.

Di recente hai sposato la tua Hana, nonostante il Coronavirus.
“Sì, siamo stati anche molto contenti che, nonostante la pandemia, siamo stati in grado di mantenere sposarci durante la pausa estiva. Abbiamo trascorso una giornata molto piacevole con circa 100 ospiti. Hana è attualmente nella Repubblica Ceca, ma presto verrà da me a Lipsia”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News