Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Proprietà USA in Europa: solide, ma per i trofei serve pazienza

Il Liverpool del Fenway Group ha atteso 9 anni per vincere

Il consiglio per Friedkin è quello di evitare di utilizzare in qualsiasi modo lo slogan “veni, vidi, vici“. E’ un motto che male si attaglia alle proprietà americane nel mondo del calcio. Anche si ci spostiamo nella corpulenta Inghilterra i risultati non si sono visti da subito. Dal punto di vista economico invece gli esiti sono stato positivi se non eccezionali.

Proprio la storia dell’Inghilterra fa capire che serve pazienza. Le società sono finite in ottime mani: garantite sia la competitività, con o senza successi, sia la buona salute e le prospettive del club. A brillare ora è il Liverpool, ma l’attesa è stata lunga. Il primo titolo è arrivato nove anni dopo l’ingresso del Fenawy Group. L’Arsenal, invece, si è dovuto accontentare di qualche FA Cup, mentre le prestazioni in Europa e in campionato, dopo l’addio di Wenger, sono peggiorate. Si legge su La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa