Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 11 settembre 1979: nasce David Pizzarro (FOTO/VIDEO)

Il centrocampista cileno ha militato tra le fila giallorosse dal 2006 al 2012. Con la Roma ha alzato 2 Coppe Italia e una Supercoppa

L’11 settembre del 1979 nasceva a Valparaiso in Cile David Marcelo Pizarro Cortés. Soprannominato El Pek (diminutivo dello spagnolo pequeño) per la sua statura minuta, cresce calcisticamente nei Santiago Wanderers, per poi approdare nel 99 in Italia, all’Udinese. Con il club friulano il giocatore viene spostato in cabina di regia, cosa che lo renderà uno dei più forti centrocampisti in circolazione. La consacrazione arriva nella stagione 2001-02 in cui il giocatore riesce a mettere in mostra tutto il suo bagaglio tecnico. Diventa in breve tempo un pilastro del centrocampo bianconero, grazie anche all’arrivo in panchina di Luciano Spalletti, suo grande estimatore. Nel 2005 passa all’Inter per 12 milioni di euro più la metà del cartellino di Goran Pandev; con i nerazzurri resterà solo una stagione, in cui conquista la Coppa Italia, la Supercoppa italiana e lo scudetto, assegnato a tavolino all’Inter dopo i fatti di calciopoli.

Il 19 agosto del 2006 approda alla Roma, in comproprietà per la cifra di 6,5 milioni di euro. In giallorosso ritrova l’ex tecnico Spalletti, che lo trasforma nel perno della regia romanista. Nella prima stagione ottiene la vittoria della Coppa Italia contro la sua ex squadra, l’Inter. Inoltre porta la Roma a giocare i quarti di finale di Champions League, dopo 23 anni dall’ultima volta. Nella stagione successiva viene definitivamente riscattato dalla Roma, che acquista dall’Inter anche la seconda metà del cartellino. Il 19 agosto arriva il primo successo stagionale: a San Siro la Roma batte nuovamente i nerazzurri, alzando al cielo la Supercoppa Italiana. In Champions League, dopo il passaggio dei gironi, arriva ad essere uno dei protagonisti della storica impresa dell’eliminazione del Real Madrid negli ottavi di finale: mette infatti a segno il gol del pareggio nella gara d’andata, terminata poi per 2-1. Resta alla Roma fino al gennaio del 2012, collezionando con il club giallorosso 209 presenze e 16 reti.

Il Pek mentre festeggia con la sua classica esultanza

Lasciata la Capitale, Pizarro decide di provare l’esperienza della Premier League: si unisce quindi in prestito al Manchester City di Roberto Mancini, con cui si laureerà Campione d’Inghilterra. Dopo solo una stagione in Premier rescinde il suo contratto con la Roma, per tornare a giocare in Serie A, con la maglia della Fiorentina. Resterà in viola fino al 2015, anno in cui decide di tornare in Cile, per terminare in patria la carriera. Purtroppo la situazione fisica non lo aiuta: l’annata con i Santiago Wanderers, squadra della sua infanzia, è la più negativa della sua carriera, a causa dei tantissimi infortuni. Dopo essere rimasto svincolato, e dopo aver provato a ritornare in Italia, si accasa quindi all’Universidad de Chile, con cui si laurea Campione per la prima volta in patria. Il 30 novembre 2018 annuncia il ritiro dal calcio giocato all’età di 39 anni, due giorni prima della sua ultima partita contro il Curicò.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord