Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma-Real, avanti per Mayoral ma Fonseca rivorrebbe Kalinic

Manca sempre meno alla chiusura del calciomercato, il tempo stringe e Paulo Fonseca sta pressando la Roma per avere a disposizione almeno altre due pedine in più per rinforzare quei ruoli al momento più fragili.

La priorità è il difensore centrale: il tecnico portoghese è stato messo al corrente dei problemi per arrivare a Chris Smalling ma sta comunque chiedendo a Fienga di aspettare gli ultimi giorni di mercato per provare un ultimo assalto. Il Manchester United continua a chiedere venti milioni, la Roma al momento è disposta a spenderne soltanto dodici e studia altri profili.

Il primo è quello di Marcao: il centrale per una cifra vicina ai tredici milioni può lasciare Istanbul e approdare a Trigoria. Sul tema vice Dzeko la Roma ha invece puntato con forza su Borja Mayoral, ventitreenne spagnolo del Real Madrid. Il giocatore ha già detto sì alla destinazione giallorossa, i due club lavorano per trovare la formula per il trasferimento.

La Roma chiede il prestito con diritto di riscatto, il Real vuole invece monetizzare, non scende sotto i dieci milioni più bonus e ha convocato il ragazzo per l’esordio di stasera contro il Betis Siviglia. Intanto Kalinic sta continuando ad offrirsi per tornare a Trigoria e Fonseca sarebbe favorevole. Non invece il club che ha individuato in Mayoral un profilo giovane e di buone prospettive. Il Corriere dello Sport.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa