Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 29 novembre 2009: Perrotta e Vucinic schiantano l’Atalanta (VIDEO)

Gli uomini di Claudio Ranieri vanno in svantaggio, ma riescono a ribaltare la partita. Ad un minuto dalla pausa segna Vucinic, poi Perrotta regala i 3 punti

Il 29 novembre del 2009 la Roma batteva l’Atalanta allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. I giallorossi stanno cercando di risalire la china a suon di vittorie, ma nel loro cammino devono passare per Bergamo, piazza da sempre molto ostica per i colori giallorossi. I nerazzurri non stanno vivendo uno splendido momento di forma, ma il fattore campo può essere determinante. Entrambe le squadre partono forte, creando molto e concedendo diversi spazi. Al 13′ sono però i proprietari di casa a passare in vantaggio, grazie alla conclusione di Ceravolo su cui nulla può Julio Sergio.

La Roma cerca di scuotersi, e per più di un’occasione va vicinissima al gol del pareggio. Il momento giusto è però il calcio d’angolo al 44′: sul cross dalla lunetta salta più in alto di tutti Vucinic, che incorna la palla spedendola all’angolino della porta di Consigli. La Roma trova il pareggio allo scadere del primo tempo, c’è tutto un tempo per ribaltare il risultato. Al 64′ infatti arriva il gol del definitivo sorpasso giallorosso: Totti serve Vucinic sulla sinistra, il montenegrino crossa in area e trova la testa di Perrotta, che insacca il gol del 1-2. La Roma vince e convince, trovando tre punti determinanti per il suo cammino in campionato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord