Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Regna l’incertezza: a metà strada, 7 squadre in 9 punti

Dal Milan (43) a Napoli e Lazio (34): è bagarre

Dai 43 punti del Milan, campione d’inverno, ai 34 di Napoli e Lazio, rispettivamente sesto e settima: nell’arco di 9 punti ci sono sette squadre. A metà tragitto nessuna può considerarsi favorita, nemmeno la squadra di Pioli, tornata pesantemente sulla Terra dopo lo 0-3 con cui l’Atalanta l’ha strapazzata a San Siro. Tutte hanno qualcosa da poter vantare per ambire allo scudetto, ma alla stessa maniera tutte hanno difetti abbastanza evidenti.

Il miglior attacco ce l’ha l’Inter, ma Conte ha solo la quinta miglior difesa. Il reparto arretrato più affidabile ce lo ha il Verona di Juric: solo 18 reti prese dai veneti, ottavi in classifica. Nella differenza reti, Napoli e Inter a +22 promettono meglio di Atalanta (+21), Juve (+19), Milan (+17), Roma (+9) e Lazio (+6). Le due squadre romane si trovano nei piani alti grazie agli attacchi. Quello di Fonseca, ora orfano di Dzeko, ha trovato la vena di Borja Mayoral e presto riabbraccerà El Shaarawy, mentre quello di Inzaghi è felicemente suddito di Immobile. Sono le difese i talloni d’Achille di Roma e Lazio, che sul mercato stanno inevitabilmente cercando rimedi. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa