Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Allegri tra la Roma che rinasce e Marina che mette un veto

Il tecnico toscano vuole tornare ad allenare: due le ultime opzioni. Il Chelsea, che alla fine ha scelto Tuchel, e la Roma, per il momento sempre in mano a Fonseca

Il futuro di Max Allegri è seduto su una panchina di una big. Ma è difficile rientrare in corsa dopo un anno sabbatico, in un mondo così frenetico come è quello del calcio. Allegri da tempo vuole tornare ad allenare, ma le porte che si sono aperte sono risultate il più delle volte inutili. Vedi la Roma a settembre, in cui lo stesso ex Juve si era messo a disposizione per prendere in mano la squadra, da sempre considerata una splendida avventura per Max, e vedi la Roma oggi.

Dopo la gara con lo Spezia sembrava ormai fatta per il cambio di tecnico, poi il gol di Pellegrini sabato ha rimescolato ancora una volta le carte in tavola, confermando Fonseca alla guida della Roma. Stesso discorso con il Chelsea: impossibile non scartare Lampard, dopo una gestione fallimentare di un mercato faraonico, strano scegliere l’ombroso Tuchel al posto del frizzante Allegri. Il motivo, da quanto emerge, sarebbe il veto imposto da Marina Granovskaia, la “zarina” alla guida del Chelsea che preferisce non avere a che fare con l’estro troppo veemente dei tecnici italiani. E dire che, Conte prima e Sarri poi, hanno regalato non poche soddisfazioni alla dirigenza blues. Lo riporta gazzetta.it. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa