Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma chiama Sanchez

I giallorossi pensano al cileno per salutare Dzeko

Mentre Dzeko si allena ancora da solo, e domenica non sarà convocato per il Verona, la Roma continua ad offrirlo alle big italiane e all’estero. Ora ci riprova l’Inter, con Tiago Pinto che è volato a Milano per trattare con Ausilio: in cambio chiesto il prestito di Alexis Sanchez. Il problema è l’ingaggio, dato che per via del Decreto di Liquidità quello del bosniaco costerebbe molto di più ai nerazzurri rispetto a quello del cileno, e tutto questo col gruppo Suning in odore di cessione del club. A livello economico ci guadagnerebbe solo Friedkin. Sanchez all’Inter costa 7 mln netti (9,1 mln lordi), Dzeko ne costerebbe 7,5(15 netti).

Il Decreto, applicato per chi è arrivato in Italia dal 2019 avendo vissuto all’estero per i due anni precedenti, permettere una detrazione del 50% dalle imposte dello stipendio del cileno, Suning perderebbe 2 milioni. Per bilanciare gli ingaggi, nell’operazione potrebbero finire Pinamonti o Radu (anche l’agente del portiere ieri era nell’hotel milanese dove si sono incontrati Pinto e Ausilio). La Roma ragiona, anche dal punto di vista tecnico, dato che Sanchez non è una prima punta. L’altra incognita sono gli infortuni, che hanno spesso condizionato il suo rendimento. Lo scrive “Il Messaggero”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa