Resta in contatto

Mimmo Ferretti

Juventus-Roma 2-0: la Roma gioca, ma non punge. Le pagelle di Mimmo Ferretti

I giallorossi perdono con rimpianto a Torino

PAU LOPEZ  5,5

Si sdraia, e non si tuffa, sul tiro-gol di CR7. Poi è Kumbulla a dargli una mano ancora sul portoghese (traversa), a seguire respinge a mani aperte sul numero 7 della Juventus. L’autogol non lo chiama in causa.

MANCINI  6,5

Non ha un avversario diretto da marcare, va spesso in appoggio al centrocampo, sfiora il gol su calcio d’angolo (palla svirgolata) e si fa ammonire per l’ennesimo fallo da giallo a metà campo. Ma, a gioco lungo, non sfigura. Anzi.

IBANEZ  6

Centrale dei centrali, fa valere fisico e senso della posizione anche nelle chiusure laterali. S’impappina, facendo autogol, nell’azione del raddoppio juventino. Peccato.

KUMBULLA 5

Tiene le gambe aperte sul tiro-gol di Ronaldo, e questo non si dovrebbe fare. Poi intercetta un altro tiro del portoghese e la palla sbatte sulla traversa. L’impressione che la Juventus, cioè Ronaldo, in avvio cerchi molto di giocare su di lui. Acerbo.

KARSDORP  5

Duello chilometrico contro Alex Sandro, ma l’olandese non c’è in fase difensiva quando doveva esserci. Cioè nell’azione che porta la Juventus in vantaggio. E non solo lì.

VILLAR  6

Sembra avere parecchio spazio a disposizione, ma la Juve, che lo fa controllare da Morata, stringe la marcatura non appena lo spagnolo entra in possesso del pallone. Rabiot lo manda giù in area juventina, Orsato fa continuare. Il motivo? Boh. Lo spagnolo non lascia grosse tracce sulla partita, al di là del solito raffinato palleggio. Ma la sua sostituzione convince davvero poco.

VERETOUT  6

Gioca sulla sinistra, dando copertura e appoggio a Spinazzola, e distribuendo palloni in diagonale. Cala un pò, però non molla di un millimetro.

SPINAZZOLA  6,5

Corse e rincorse contro Chiesa, là a destra. Prima frazione esplosiva. La Juve deve sempre raddoppiare per arginarlo. Ripresa con un po’ di fiatone, ma mette sempre paura alla Juve.

CRISTANTE  5,5

Di fatto, si muove in verticale in ogni angolo del campo e quasi sempre partendo dalla stessa di linea di Micki. Perde un duello sanguinoso con Alex Sandro nell’azione che porta Ronaldo al gol. Fa un sacco di cose, nessuna bene bene.

MKHITARYAN   6+

Poche accelerazioni delle sue, nel primo tempo. Cerca spazio a sinistra, la Juventus gliene concede poco. E accompagna poco Borja Mayoral. Ripresa migliore, più tonica e tecnica. 

BORJA MAYORAL  5

Stretto nella morsa tra Bonucci e Chiellini, fa i movimenti giusti ma non tira mai verso Szczesny. E soffre un po’ di solitudine, senza una sua grossa spinta emotiva. 

DZEKO  5

Dopo un’ora di gioco al posto di Borja Mayoral. Non ha i tempi e la mira giusta.

CARLES PEREZ 6

Per Cristante, a braccetto con Dzeko e Diawara. Se non altro, costringe Szczesny alla parata in tuffo. Cosa rara, nella partita.

DIAWARA  5

Rileva Villar e dorme parecchio su Kulusevski nell’azione del secondo gol della Juve.

BRUNO PERES  SV

Al posto di Karsdorp. Entra con buoni sentimenti. Pochi, però.

FONSECA   5,5

La Roma gioca, ma non riesce a far male all’avversario che vanta la miglior difesa del campionato. Tante occasioni potenziali, segno di buona strategia, però pericoli veri pochi per Szczesny. Una sconfitta che, per molti versi, lascia rimpianti. 

 

30 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

30 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Mimmo Ferretti