Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La moviola. Musso su Mkhitaryan: c’è il rigore per la Roma

Netto il rigore sull’armeno

Discreta la prestazione di Giacomelli in Roma-Udinese. Al 10’ il direttore di gara valuta correttamente un contrasto Cristante-Deulofeu in area giallorossa. Sulla percussione dello spagnolo, il difensore della Roma non si fa saltare e protegge il pallone col corpo. C’è un lieve contatto ma non gli estremi per il penalty. C’è invece il calcio di rigore concesso alla Roma al 25’. Su cross dalla destra di Veretout, Mkhitaryan anticipa Musso che in uscita bassa lo aggancia con il piede sinistro. Il pallone sul tocco dell’armeno è destinato a uscire ma questo, da regolamento, non incide sulla valutazione del contatto.

È il Var invece a determinare l’annullamento al 29’ del gol di Pellegrini. Nella partenza dell’azione c’è un fallo di Mkhitaryan su Stryger Larsen. Giacomelli valuta regolare il contatto nella parte superiore del corpo ma non vede il pestone dell’armeno sul piede del danese. Chiamato alla review annulla prontamente il gol.

Qualche dubbio, invece, su un contatto tra Molina e Dzeko in area bianconera al 70’. Il bosniaco pare in vantaggio sul difensore il cui intervento è falloso. Non un contatto pesante, per cui il Var non interviene, ma il fischio ci poteva stare. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa