Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 10 giugno 1959. Nasce Carlo Ancelotti (VIDEO)

Con la Roma per 8 stagioni, il mediano di Reggiolo ha scritto pagine importanti della storia giallorossa. Dal 1984 al 1987 ha indossato anche la fascia da capitano

Il 10 giugno del 1959 nasceva a Reggiolo Carlo Ancelotti. Arriva alla Roma nella stagione 1979/80, dopo aver militato in Serie C con il Parma. L’allora tecnico giallorosso Nils Liedholm, che aveva caldeggiato il suo nome al presidente Viola, decide di trasformarlo da mezza punta a mediano, per esaltarne le doti. Con la maglia giallorossa disputerà 8 stagioni, arrivando a siglare 17 reti in 227 gare. Diventa uno dei protagonisti dello scudetto dell’83, anno che lo consacrerà definitivamente nel calcio italiano. Gli anni successivi alla Roma sono una serie di alti e bassi, per via dei tanti infortuni alle ginocchia (che lo costringeranno a saltare la finale di Coppa dei Campioni contro il Liverpool nel 1984).


Dopo l’addio di Agostino Di Bartolomei, nell’estate del 1984, eredita da quest’ultimo il ruolo di capitano, che manterrà fino alla fine della sua avventura giallorossa, nel 1987. Dopo la Roma si trasferisce al Milan, con cui vincerà due Scudetti e due Coppe dei Campioni. Una vota appesi gli scarpini al chiodo, decide di intraprendere la carriera di allenatore. Nel giro di pochi anni “Carletto” diventerà uno dei tecnici più blasonati del calcio internazionale, arrivando ad allenare e vincere con squadre come Juventus, Milan, Real Madrid e Bayern Monaco.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord