Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

“Fine del ritiro, tutti stanchi”: Mou è soddisfatto

Mourinho

Una cena di sushi per festeggiare la fine del ritiro in Portogallo e la partenza per la Spagna

Una cena di sushi per festeggiare la fine del ritiro in Portogallo, in attesa dell’amichevole di stasera contro il Betis, prima del rientro in Italia. I senatori del gruppo hanno voluto organizzare una cena per cementare il gruppo in vista dell’inizio del campionato, con il benestare di Mourinho, assente alla serata ma sempre attivo su Instagram, con un video che riprende giocatori e staff tecnico: “Training camp finito, tutti stanchi”.

Si immergerà insieme al gruppo negli ultimi giorni di lavoro prima della presentazione ufficiale della squadra all’Olimpico, il 14 agosto, contro il Raja Club Athletic. In pratica una prova generale della prima di campionato in casa, con la Fiorentina, del 22 agosto. Prelazione esclusivamente online per i vecchi abbonati, poi vendita libera dei tagliandi rimanenti.

Sarà obbligatorio presentare all’ingresso dell’Olimpico il green pass per accedere, meglio se nella versione digitale per facilitare i controlli. Il governo ha comunicato la riapertura al 50% della capienza, ma con il green pass e la zona bianca. Di fatto, per le partite casalinghe, la Roma potrà contare sulla presenza di 32 mila spettatori.

Si legge oggi su La Repubblica

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa