Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho fa 200 panchine nelle Coppe

Mourinho Roma Napoli

Altro record per lo Special One

Duecento panchine nelle coppe internazionali. È il traguardo che Mourinho toccherà domani sul campo dello Zorya, la squadra ucraina che era in “serie C” quando lui esordì in Europa il 28 settembre 2000, con il Benfica, pareggiando 2-2 a Lisbona contro l’Halmstads, nel 1° turno di Coppa Uefa, non riuscendo a rimontare il ko per 2-1 in Svezia che gli aveva lasciato in eredità il suo predecessore Heynckes.

Poi si è ampiamente rifatto, Mou, vincendo 2 Champions (Porto 2003-04, Inter 2009-10), una Uefa (Porto 2002-03) e un’Europa League (Manchester United 2016-17). Il dettaglio delle panchine: 151 in Champions, 42 in Uefa/Europa League, 3 nella Supercoppa europea e questa sarà la quarta in Conference League, contando i preliminari.

Divise per squadra: 60 Chelsea, 36 Real Madrid, 31 Porto, 30 Man United, 21 Inter, 17 Tottenham, 4 Roma (compresa quella di domani), 1 Benfica. Bilancio: 112 vittorie, 44 pareggi e 43 ko. Media punti 1,91, inferiore com’è naturale rispetto al 2,11 delle sue 1.004 partite campionato + coppe. In Ucraina punterà alla 4ª vittoria su 4 gare, impresa già riuscita con il Chelsea (2004-05), il Real Madrid (2011-12, poi arrivò a 6) e il Tottenham (2020-21). Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa