Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho, il Re Leone giallorosso

Mourinho

Da quando Mourinho è arrivato a Roma è al centro di tutto e nemmeno la sconfitta nel derby ha scalfito la sua figura

L’arrivo in città del nuovo allenatore è stato una vera scossa per l’ambiente. Per settimane lui è stato lo Special One e continua ad esserlo: Roma, e la Roma in particolare, ha bisogno di condottieri, tanto più da quando non è sulla scena Franceso Totti.

Mourinho, molto intelligente, ha capito subito e si è rapidamente messo al lavoro anche su questo fronte: la valorizzazione di Pellegrini, il recupero di Zaniolo e anche l’acquisto di Abraham sono tasselli del mosaico. Lui, però, deve restare e sentirsi il Re Leone, il signore della foresta calcistica romana e il risultato del derby ha incrinato questa narrazione.

Si legge su Il Messaggero 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa