Resta in contatto

Le pagelle di Siamolaroma

PAGELLE – Venezia-Roma 3-2: Abraham top, male dietro

Peccenini Roma Mourinho

La Roma cade a Venezia al termine di una sfida confusa

RUI PATRICIO  5,5

Potrebbe uscire sul gol di Caldara, ma resta in porta. Spiazzato su rigore, rimane ipnotizzato dalla giocata di Okereke. Nel finale si esalta ma solo nel limitare un passivo che sarebbe stato fin troppo pesante.

MANCINI 5

Partita nervosa e poco lucida. Tiene in gioco Okereke sul gol decisivo.

KUMBULLA  4,5

Fatica sotto ogni punti di vista, soffre da matti Okereke nel primo tempo. Impresentabile.

IBANEZ  6

Il brasiliano è in un momento positivo e lo conferma a Venezia. Subisce un fallo netto da Kiyine, non per Aureliano che poi concede il rigore al Venezia.

KARSDORP 6

Corse e rincorse, tanti palloni toccati in un ruolo che lo vedeva più protagonista in avanti.

CRISTANTE  5

Scolastico nel possesso palla, poco incisivo su diverse letture. Fa fallo su Caldara, causando il rigore.

VERETOUT  5,5

Il francese corre e lotta, ma si accende solo a sprazzi

EL SHAARAWY  5,5

La prestazione è positiva dal punto di vista delle giocate e di come sia stato cercato costantemente dai compagni. Ma sotto porta troppo leggero, quando con occasioni chiare alla soluzione di potenza cerca sempre quella più di classe.

PELLEGRINI 6

Gioca in condizioni fisiche non perfette. Fa il suo, con organizzazione e carattere.

SHOMURODOV 7

Segna di rapina in mezzo all’aerea, serve l’assist per Abraham e sfiora il secondo gol nella ripresa.

ABRAHAM  7,5

Ha una voglia matta di uscire dal momento “no” e il primo tempo è straripante: si procura il rigore (poi revocato), prende un palo, serve il pallone che finisce poi a Shomurodov e segna il gol. Pericolosissimo il suo destro a giro nel secondo tempo.

CARLES PEREZ  5,5

Ha la palla per segnare, impiega un quarto d’ora per tirare e viene rimontato. Nel finale poi tira e sfiora il gol.

Zaniolo

ZANIOLO  SV

Un fantasma in un ruolo che non è suo.

BORJA MAYORAL  SV

Una decina di minuti nel finale. Non ha modo di fare la differenza.

ZALEWSKI  SV

Entra nel finale, cerca la giocata risolutiva ma non la trova.

MOURINHO  5

La Roma costruisce tanto e per 65 minuti è quasi perfetta, al netto del gol preso all’inizio. Viene concesso un rigore, nonostante il fallo di Ibanez, e da lì la sua Roma viene meno e i suoi cambi non aiutano.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Il tedesco che volava sotto la Curva Sud

Rudi Voeller

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamolaroma