Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Diawara si gioca un’altra chance

Il centrocampista africano si gioca il posto con Cristante

Da “c’è del disagio” a “siamo felici tutti” nel giro di un mese. Dall’affondo dell’agente di Diawara, Daniele Piraino, in seguito alla disfatta di Bodo e alla mancata convocazione del suo assistito in Roma–Napoli (28 ottobre), alla soddisfazione dello stesso calciatore dopo la vittoria contro il Torino (28 novembre).

In trenta giorni la vita di Amadou sembra aver preso tutta un’altra piega. Il guineano, titolare contro i granata, non giocava una gara di Serie A dal 1′ addirittura da Cagliari-Roma del 25 aprile 2021, con Fonsecain panchina e prima dei fastidi alla zona pubica.

Il mondo del ragazzo africano s’è capovolto al punto da lasciare tutti sbigottiti, domenica pomeriggio, nel momento in cui le formazioni ufficiali di Roma-Torino hanno fatto il giro del web. Mentre un tifoso in fila ai tornelli dell’Olimpico segnava che c’era “una novità nell’undici”, l’amico ipotizzava vari nomi: “Darboe? Bove? Tripi? Zalewski?“. Si aspettavano chiunque, ma non Diawara.

Diawara l’avevano dimenticato tutti tranne José. E oggi pomeriggio, a Bologna, il centrocampista potrebbe avere un’altra opportunità dall’inizio visti i dubbi sulla linea mediana. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa