Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 11 gennaio 2015: un super Totti salva i giallorossi contro la Lazio (FOTO/VIDEO)

Con una doppietta dell’eterno Capitano i giallorossi rimontano i rivali da 0-2 ed evitano la sconfitta

Torniamo indietro di 6 anni. E’ l’11 gennaio 2015 e all’Olimpico si gioca il derby della Capitale. La Lazio s’illude con Anderson e Mauri, la Roma risponde nella ripresa con la doppietta del solito Totti e il derby show finisce in pareggio.

LA PARTITA

I primi 45 minuti sono interamente tinti di biancoceleste. La Lazio passa in vantaggio con Mauri e raddoppia con Felipe Anderson. La Roma è in bambola e prima dell’intervallo affiora il classico nervosismo da derby. Garcia corre ai ripari dopo l’intervallo con un doppio cambio: dentro Strootman e Ljajic, fuori Nainggolan e Florenzi. Mosse azzeccate che rivitalizzano la Roma, ma l’uomo in più è il solito Totti.

Il capitano giallorosso raddrizza le cose con una super doppietta, che lo proietta a quota 11 gol in carriera nella stracittadina. Il capitano giallorosso riapre subito la partita sfruttando l’assist di Strootman con un destro di prima intenzione che lascia immobile Marchetti.

Poi al 63′ Totti firma il 2-2 con una splendida conclusione in acrobazia sul cross dalla sinistra di Holebas e festeggia con un selfie sotto la Curva Sud.

Totti esulta con un selfie sotto la sud dopo il gol del pareggio. (Fonte: Sky Sport)

Totti esulta con un selfie sotto la sud dopo il gol del pareggio. (Fonte: Sky Sport)

Sarà ricordato come il derby di Totti che, a 38 anni, si toglie la soddisfazione di essere ancora decisivo e di collezionare un altro record: quello di principale goleador nella storia dei derby ufficiali della capitale insieme a Da Costa con 11 reti.

TABELLINO

Roma (4-3-3): De Sanctis, Maicon, Manolas, Astori, Holebas, Pjanic, De Rossi, Nainggolan (46′ Strootman); Florenzi (46′ Ljajic), Totti, Iturbe (81′ Destro).
A disp.: Skorupski, Cole, Yanga Mbiwa, Torosidis, Somma, Emanuelson, Paredes, Verde, Borriello.
All.: Garcia.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti, Basta, de Vrij (76′ Cavanda), Cana, Radu, Parolo, Biglia, Mauri, Candreva, Djordjevic (64′ Klose), Felipe Anderson (64′ Onazi).
A disp.: Berisha, Strakosha, Konko, Novaretti, Cataldi, Ledesma, Keita, Pereirinha.
All.: Pioli.

Arbitro: Orsato (Sez di Schio).
Reti: 24′ Mauri (L), 28′ Felipe Anderson (L), 47′, 63′ Totti (R).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord