Resta in contatto

Approfondimenti

Tra sprint e giocate: ecco come Ciervo ha convinto D’Aversa

Il giovane giallorosso Riccardo Ciervo (ora in prestito alla Sampdoria) sta trovando il suo spazio con D’Aversa: i numeri

Riccardo Ciervo, giovane talento classe 2002 di proprietà della Roma, sta trovando il suo spazio alla Sampdoria, sotto la guida di D’Aversa. Il giovane calciatore, passato in prestito alla Sampdoria il 31 agosto scorso, è ancora di proprietà della Roma: il club blucerchiato ha il diritto di riscatto, ma i giallorossi possono esercitare il controriscatto.

In Liguria il giovane attaccante scuola Roma ha già raccolto 11 presenze, mettendo a segno 2 assist. Per il calciatore anche un discreto minutaggio, avendo giocato finora 289′ tra campionato e Coppa Italia. L’esordio in maglia blucerchiata è avvenuto lo scorso 23 settembre, quando giocò per 6′ nella sconfitta contro il Napoli di Spalletti.

Dopo la breve apparizione contro i partenopei per Ciervo quattro panchine di fila: Juventus, Udinese, Cagliari e Spezia. Poi tre presenze di fila contro Atalanta, Torino e Bologna. Realizza il primo assist in campionato nella sfida contro la Lazio del 5 dicembre, pur giocando soltanto 5‘.

11 giorni dopo, il 16 dicembre in Coppa Italia, realizza il suo secondo assist nella vittoria blucerchiata per 2-1 contro il Torino. In questa partita il giovane scuola Roma gioca ben 70′.

Dopo la sfida contro la Lazio due panchine consecutive contro Genoa e Venezia, dove non gioca nemmeno un minuto. Ma, nelle ultime quattro partite di campionato, Ciervo è sempre sceso in campo: un quarto d’ora contro la Roma, 18′ contro il Cagliari, 72′ contro il Napoli e 12′ nel match odierno contro il Torino di Juric.

Buon rendimento e minutaggio per il classe 2002. Con i giallorossi che, nell’accordo con la Sampdoria, hanno il diritto di controriscatto qualora la Sampdoria volesse acquistare il calciatore. Vedremo la crescita che avrà questo giovane talento e le future strategie della Roma, con i giallorossi che intanto mantengono il controllo sul calciatore. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti