Resta in contatto

Le pagelle di Siamolaroma

PAGELLE – Udinese-Roma 1-1: un punto per l’Europa

La Roma acciuffa il pari nel finale

RUI PATRICIO  7

Coperto sul tiro di Molina, fa due grandi interventi che tengono in vita la Roma.

Trigoria

MANCINI  6

Oltre a diversi contrasti, prova ad essere il più coraggioso in fase di impostazione.

SMALLING  6

L’inglese limita Beto in pieno stile “british”.

IBANEZ  5

Qualche rinvio in tribuna e qualche copertura delle sue. Ma una partita fumosa, da quella parte la Roma soffre tanto.

KARSDORP  5

Il numero dei retropassaggi sfiora il record.

PELLEGRINI  6,5

Combina poco da trequartista, prova a fare il suo in mediana. Decide la sua freddezza dagli 11 metri.

CRISTANTE  5

Dopo diverse gare dove si era messo in luce, oggi non gli riesce nulla.

SERGIO OLIVEIRA  4,5

Male il portoghese, sostituito all’intervallo. Mou lo boccia, la sua prestazione anche.

ZALEWSKI  5,5

Un mix tra la sofferenza in marcatura su Deulofeu e il coraggio delle giocate proposte davanti.

ABRAHAM  5

Il trascinatore della stagione giallorossa arriva alla Dacia Arena con le pile scariche.

Zaniolo

ZANIOLO  5

Partita di sacrificio, di botte e contrasti. Il resto poco e altro.

EL SHAARAWY 5,5

Entra nel secondo tempo per dare più incisività, ma la freschezza vista col Vitesse è già un ricordo.

FELIX  6

Subito un destro a giro, poi rischia di finire anzitempo sotto la doccia ma una prova generosa.

SHOMURODOV  5,5

Entra nel finale ma non riesce ad incidere. Manda almeno in tilt Zeegelaar, che tocca il pallone con la mano per il rigore.

VERETOUT  6

Ingresso vivace, di corsa e dinamismo.

CARLES PEREZ  6

Qualche sprazzo e accelerazione, per un giocatore finito ai margini delle scelte di Mou.

MOURINHO  6

Otto risultati utili consecutivi, ennesimo risultato acciuffato nel recupero ma anche qualche errore di scelta, mandando in campo una squadra stanca.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamolaroma