Resta in contatto

Rassegna Stampa

Olimpico, un sold out da pazzi: in 50mila per la gara in tv

Ci saranno più spettatori all’Olimpico che a Tirana

Tutti allo stadio per la partita che non c’è. Come non c’è? No, non c’è. Ma si vedrà, con più spettatori a Roma che a Tirana. È il paradosso della finale di Conference League, un appuntamento atteso dalla tifoseria giallorossa da ben 31 anni, dalla finale di Coppa Uefa persa con l’Inter. Oltre 700 chilometri, in linea d’aria, separano lo Stadio Olimpico dall’Arena Kombetare di Tirana, dove oltre duemila tifosi giallorossi riempiranno il settore a loro dedicato per la sfida con il Feyenoord.

Per gli altri, rimasti fuori dalla caccia al prezioso tagliando, ne è iniziata pochi giorni fa un’altra: quella al biglietto per lo Stadio Olimpico. È lì dove il club giallorosso ha deciso di riunire il popolo romanista: 90 minuti (forse anche oltre) da vivere insieme, come se la Roma giocasse una seconda partita tra le mura amiche. Dopo le iniziali titubanze, dovute dalla diffusa scaramanzia radicata nel tifo giallorosso, la proposta della società di Trigoria ha trovato il favore e l’appoggio di Questura, Prefettura e Comune, sollevati dall’idea di non dover organizzare nulla di simile e di non doversi ritrovare a gestire più eventi in piazza dello stesso tenore.

“Se devono mettere i maxischermi, meglio che aprano l’Olimpico“. Il pensiero di molti tifosi è stato poi ascoltato, l’idea ha preso forma e la Roma ha organizzato il tutto. D’altronde si tratta della quarta finale europea nella storia giallorossa, non c’erano “statistiche” valide o precedenti così ingombranti, meritevoli di attenzione, per darla vinta alla scaramanzia.

I tifosi della Roma si ritroveranno tutti insieme nella casa della squadra giallorossa. Ben 11.300 abbonati (su 21mila totali) hanno confermato il loro posto, per il momento oltre 35mila tifosi giallorossi hanno risposto presente all’iniziativa del club.

Il sold-out è fissato a quota 50mila, visto che sono stati tolti dalla vendita i posti esclusi dal cono visivo dei led, che verranno allestiti sul campo: due sotto le tribune e uno per curva, oltre ai monitor in alto, dove solitamente appaiono le formazioni. Ci sarà tempo fino a martedì per acquistare, al costo di 10 euro, il tagliando d’accesso all’impianto capitolino: apertura dei cancelli fissata attorno alle 18.30, come avviene di consueto per una gara in notturna dei giallorossi.

Lo scrive “La Repubblica”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa