Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho convince Celik. Solbakken freme

Manovre di mercato in casa Roma

Non solo centrocampisti. Chiusa la trattativa per Matic, Tiago Pinto continua a lavorare per portare a Trigoria gli obiettivi scelti insieme a José Mourinho. Anche quest’anno il tecnico ha lanciato indicazioni chiare per il mercato, volte a colmare le lacune che quest’anno hanno limitato le ambizioni della squadra.

Nella suo secondo anno alla Roma lo Special One punta almeno a rimanere in corsa per il quarto posto fino a fine stagione, provando ad arrivare in fondo all’Europa League: per farlo ha indicato come priorità almeno due rinforzi a centrocampo ma anche un terzino destro, in grado di alternarsi con Karsdorp senza abbassare il livello tecnico del gruppo. Il nome in pole è Mehmet Çelik del Lille, puntato dagli scout romanisti già durante la scorsa estate.

La trattativa è iniziata ma, per lasciar partire il turco (in scadenza nel 2023), i francesi hanno chiesto 10 milioni: troppi secondo la valutazione dei giallorossi, che inizialmente ne hanno messo sul piatto 6. L’intesa potrebbe essere trovata a metà strada, con 7.5 milioni nelle casse del Lille a cui aggiungere eventuali bonus.

L’accordo con il giocatore invece è stato raggiunto – dovrebbe guadagnare circa 2 milioni – con il venticinquenne entusiasta all’idea di lavorare sotto la guida di uno dei migliori tecnici al mondo. A convincere Celik ad accettare l’offerta giallorossa sarebbe stato proprio Mourinho che, come spesso accade durante il mercato, ha contattato telefonicamente il calciatore per illustrargli il progetto romanista. Una mossa che potrebbe fare la differenza, dal momento che sulle tracce del terzino ci sono anche la Fiorentina e una squadra tedesca. Ma a Trigoria si continua a monitorare con attenzione anche il mercato degli attaccanti. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa