Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Belotti osserva ma il tempo stringe

Per arrivare a Belotti serve cedere uno tra Felix e Shomurodov: un assist in questo senso può arrivare dalla Cremonese

Un trampolino verso l’alta classifica ma anche un interessante snodo di mercato. Roma-Cremonese, posticipo della seconda giornata, si gioca a vari livelli. Gli ottimi rapporti tra i club hanno già favorito il trasferimento definitivo di due giovani, il centrocampista Milanese e il difensore Ndiaye.

Potrebbe essercene un altro molto più importante all’orizzonte: la Cremonese vuole investire sul futuro e ha individuato in Felix Afena-Gyan, già cercato in passato dalla Salernitana del mentore De Sanctis, il rinforzo giusto per l’attacco, che già presenta la rispettabile coppia formata da Dessers e Okereke. È un’operazione decisiva per le strategie della Roma, che aspetta la cessione giusta per annunciare l’ingaggio di Andrea Belotti.

Il problema, o meglio la scelta condizionata, è l’equilibrio tecnico ed economico della rosa. Mourinho spinge per Belotti, che gli serve per migliorare la qualità globale dell’attacco con un giocatore dalle caratteristiche diverse dagli altri, ma Tiago Pinto deve tener conto del bilancio, sia per le plusvalenze che per il monte ingaggi. Non può aggiungere un centravanti senza prima cedere a titolo definitivo uno tra Felix e Shomurodov. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa