Resta in contatto

Rassegna Stampa

Debutta Svilar: “Sono eccitato”. Dubbio Camara-Bove

Prima in assoluto per il portiere serbo

La Roma è volata in Bulgaria con gli uomini contati. Oltre a Wijnaldum, Zaniolo, El Shaarawy, Kumbulla e Darboe contro il Ludogorets mancheranno anche Abraham e Karsdorp. L’attaccante inglese, che sta ancora smaltendo la contusione alla spalla, è rimasto in Italia e ieri mattina non è sceso in campo nella seduta di rifinitura.

Stesso destino per il difensore olandese, che a differenza del centravanti aveva svolto l’allenamento a Trigoria con una piccola fasciatura all’altezza della rotula sinistra. Da qualche giorno infatti Karsdorp convive con un leggero fastidio al ginocchio e Mourinho ha preferito non convocarlo per il primo impegno di Europa League.

A sostituire l’olandese sarà Celik, pronto a tornare titolare sulla fascia destra. Sulla corsia opposta invece ci sarà Zalewski al posto di Spinazzola. In mezzo al campo uno tra Camara e Bove affiancherà Cristante – favorito l’ex Olympiakos – mentre Matic usufruirà di un turno di riposo. Lo Special One dovrebbe confermare la linea difensiva titolare composta da Mancini, Smalling e Ibanez ma non è escluso che, a partita in corso, decida di far rifiatare uno tra l’inglese e il brasiliano per inserire Vina.

Novità assoluta tra i pali. A difendere la porta giallorossa non ci sarà Rui Patricio ma Svilar, che alla Huvepharma Arena di Razgrad giocherà la sua prima gara ufficiale con la maglia della Roma: “Sono molto eccitato – le sue parole ieri sera durante la conferenza stampa – sarà una partita difficile, come tutte quelle europee“.

Attacco quasi obbligato con Dybala e Pellegrini alle spalle di Belotti, anche lui all’esordio da titolare.Buone notizie per Zaniolo: l’attaccante ieri ha svolto lavoro differenziato e vorrebbe rientrare il 18 contro l’Atalanta all’Olimpico. Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa