Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

Roma-Hellas Verona 1-0: Cassano trascina in vetta i giallorossi

Gli uomini di Guidi inseguono la Juventus in campionato

Dopo la vittoria sull’Inter, la Roma vuole continuare a inseguire la capolista Juventus. Avversaria dei ragazzi di Guidi è l’Hellas Verona che venerdì in casa contro il Torino ha vinto la prima sfida stagionale.

FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-3-3) : Boer; Missori, Keramitsis, Chesti, Oliveras; Pisilli, Faticanti (C), Tahirovic; Cassano, Satriano, Volpato.
A disp.: Baldi (GK), Del Bello (GK), Vetkal, Cherubini, Padula, Pagano, Pellegrini, Koffi, D’Alessio, Majchrzak, Ruggiero, Falasca, Ciuferri, João Costa.
All.: Guidi.
HELLAS VERONA FC: Boseggia; Signorini, Calabrese, Schirone, Florio, Bernardi, Rihai, Gómez Márquez, Cazzadori, Ebengue, Bragantini.
A disp.: Ravasio (GK), Toniolo (GK), Piantedosi, Patanè, Larsen, Matyjewicz, Camara, Minnocci, Furini, Cissè, Dentale, Nwanege.
All.: Pagliuca.

Arbitro: Sig. Enrico Gigliotti di Cosenza.
Assistente 1: Sig. Andrea Bianchini di Perugia.
Assistente 2: Sig. Elia Tini Brunozzi di Foligno.

CRONACA

Primo tempo

1′ Si comincia! Batte l’Hellas Verona
45′ Il primo tempo finisce 0-0. Diverse occasioni per la Roma

Secondo tempo

46′ Comincia la seconda frazione! Il primo possesso è della Roma.

55′ Cassano porta in vantaggio la Roma! Servito da Pisilli, prende la mira e calcia a rete. Tiro rasoterra che batte Boseggia.

90′ Finisce qua. La Roma agguanta la vetta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera