Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La rincorsa di Paulo procede spedita. E la Roma spera…

Il recupero di Dybala procede spedito

Il sorriso spesso è un indicatore importante, ti regala sempre il termometro delle sensazioni. E quelle di Paulo Dybala in questi giorni sono buone, a tratti anche molto buone. Talmente bene che il Mondiale non è più una chimera, anzi. Paulo l’ha messo nel mirino fin dal giorno della lesione al retto femorale sinistro (il 9 ottobre, l’infortunio è arrivato calciando il rigore decisivo di Roma-Lecce), anche se poi la speranza è rimettere piede in campo anche prima, magari per uno degli ultimi due impegni in programma dei giallorossi (la trasferta di Reggio Emilia con il Sassuolo del 9 novembre o la partita casalinga con il Torino del 13).

Molto si capirà però a fine settimana, quando Dybala farà una risonanza magnetica di controllo per vedere quanto e come la lesione sia guarita e a che punto è la fase di cicatrizzazione. Per accelerare, da questo punto di vista, il fantasista argentino nei giorni scorsi si è sottoposto al trattamento dei fattori di crescita, secondo il protocollo Prp (Plasma ricco di piastrine), il che gli ha permesso di ridurre i tempi di guarigione e nella rigenerazione dei tessuti lesionati.

Paulo sta vivendo questa fase con la giusta serenità, mista al dispiacere di non poter aiutare la Roma. Come domenica, quando con il Napoli ha sofferto in tribuna e avrebbe voluto essere lì in campo, in un momento in cui la squadra fatica terribilmente a segnare. Le sue giornate trascorrono quasi per intero a Trigoria, dove viene trattato con il massimo dell’assistenza dallo staff medico della Roma. Due sedute di fisioterapia al giorno, una la mattina e una il pomeriggio, per un totale di circa 4 ore di lavoro giornaliero. Spalmato ovviamente tra le due fasi giornaliere. È chiaro, però, come l’obiettivo principale in questo momento sia soprattutto quello di andare al Mondiale. Se ci sarà la possibilità di giocare anche prima ben venga chiaramente, ma sia lui sia la Roma non vogliono rischiare nulla. Dybala scenderà in campo solo e quando sarà al 100%. Nel frattempo venerdì Scaloni diramerà la lista dei pre-convocati dell’Argentina per il Mondiale e Paulo dovrebbe esserci. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa