Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Alla scoperta del Salisburgo di Matthias Jaissle

Sarà il Salisburgo di Matthias Jaissle l’avversario della Roma nel playoff di Europa League

Scampato il pericolo Barcellona, schivate Ajax, Siviglia e Bayer Leverkusen: c’è il Salisburgo sulla strada degli ottavi di finale di Europa League. Sorteggio abbordabile, ma allo stesso momento insidioso vista la cifra tecnica del club targato Red Bull.

LA STAGIONE

Capolista della Bundesliga austriaca a 36 punti dopo 15 partite, a 4 punti di distanza dallo Sturm Graz, mentre in Champions League l’avventura ai gironi è terminata al terzo posto, con 6 punti in 6 gare (una sola vittoria, di misura , ai danni della Dinamo Zagabria).

ALLENATORE

Matthias Jaissle viene nominato tecnico della prima squadra del Salisburgo a soli 33 anni. Nel suo primo anno conquista sia campionato che coppa nazionale.

Sin dal suo insediamento ha sempre utilizzato il 4-3-1-2, prediligendo la difesa a 4 ma allo stesso tempo chiedendo un lavoro importante agli esterni, nel coprire praticamente tutta la fascia. Un centrocampista basso a coprire i difensori centrali, due mezzali e un trequartista dietro alle due punte.

FORMAZIONE TIPO

Salisburgo (4-3-1-2): Kohn, Dedic, Bernardo, Pavlovic, Wòber, Sucic, Seiwald, Kjaergaard, Adamu, Sesko, Okafor.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti