Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Spugna: “Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra”

Le parole dell’allenatore giallorosso dopo la vittoria per 2-0 contro la Sampdoria

“Abbiamo mosso bene la palla e abbiamo sfruttato le opportunità”. Alessandro Spugna commenta così l’ennesima vittoria che la Roma ha portato a casa. Le giallorosse, infatti, hanno vinto 2-0 contro la Sampdoria.

È una vittoria che pesa tantissimo: la Roma chiude il girone di andata prima, da sola.
“È un grande successo, ed è meritato, perché abbiamo fatto un possesso palla importantissimo rispetto alla Sampdoria. Era difficile ‘stanarle’, perché loro si sono difese con tutte le giocatrici possibili.
Però abbiamo fatto molto bene, abbiamo mosso bene la palla e abbiamo sfruttato le opportunità. Il risultato dice solo 2-0, ma oggi non era semplice creare tante occasioni”.

Aveva detto che ci sarebbero state delle opportunità per tutte e così è stato: in campo è scesa una formazione con tanti cambi rispetto alla gara precedente.
“Assolutamente sì. Dovevamo fare delle valutazioni sul livello di stanchezza delle giocatrici e abbiamo preferito far riposare qualcuna. Ma chi è sceso in campo ha disputato davvero un’ottima partita. Sono contento per chi aveva un minutaggio basso”.

E poi se Manuela Giugliano tira in porta, non ce n’è per nessuno.
“Glielo diciamo sempre che deve provarci. Oggi è stata molto brava su punizione e deve provarci anche in azione. Ha capacità di calcio molto importanti. Sono contento per lei, si merita questo gol”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile