Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma-Frattesi, il piano: Mourinho lo vorrebbe già a gennaio

Mou insiste: Frattesi a gennaio

Vuole solo la Roma. Davide Frattesi ha lanciato diversi segnali. Il primo a Mourinho e a Tiago Pinto, il secondo al suo procuratore Giuseppe Riso, il terzo al Sassuolo tra gratitudine e desiderio di andare via. Per andare dove? Solo a Trigoria.

Il club giallorosso – già consapevole naturalmente del forte legame di Frattesi ai colori giallorossi – ha letto le sue parole con grande interesse, soprattutto Mourinho che vorrebbe un centrocampista in più già a gennaio ma che si “accontenterebbe” di avere il talento di Fidene anche in estate, quando ci sarà da lavorare per riorganizzare la squadra e un reparto che fin qui non ha trovato la giusta amalgama, complice anche l’infortunio di Wijnaldum.

Un possibile arrivo a gennaio è difficile, ma non impossibile. Detto che Mourinho ha espressamente richiesto dei rinforzi oltre a Solbakken – che dovrebbe sbarcare oggi a Trigoria per le visite mediche e la firma sul contratto -, la Roma dovrà stare molto attenta a rispettare il patto firmato con la Uefa sul Fair Play Finanziario che prevede un saldo positivo tra entrate e uscite nel mercato di quest’anno e della prossima stagione.

La Roma continua ad avere il 30% del cartellino di Frattesi, un vantaggio per cercare di avvicinarsi alla richiesta di 35 milioni del Sassuolo. Carnevali inoltre non ha mai nascosto il suo interesse per i giovani della Roma come Bove e Volpato (ma anche Tahirovic potrebbe rientrare nel pacchetto).

La Roma a malincuore potrebbe pensare di sacrificare uno dei giovani (o più di uno) e inserirli nella trattativa per accorciare il gap con la richiesta del club neroverde.  Poi se Pinto riuscisse a cedere qualche giocatore nella lista dei trasferimenti (come Shomurodov, o Kluivert a titolo definitivo al Valencia) a quel punto potrebbe puntare all’acquisto in prestito con obbligo di riscatto del calciatore. E di certo non sarebbe Frattesi a far saltare la trattativa nel discorso dell’ingaggio.

Anzi, il centrocampista pur di tornare nella capitale sarebbe anche disposto a rinunciare a qualcosa sullo stipendio (che recupererebbe poi tra bonus o un eventuale ritocco futuro del contratto) per accelerare il suo sbarco. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa