Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Karsdorp sparito: niente tournée e via a gennaio. Juve e Marsiglia lo seguono, idea Feyenoord ma in prestito

Karsdorp

Una situazione irreparabile quella dell’olandese

Ormai è rottura totale. Rick Karsdorp si allontana definitivamente dalla Roma, anche se l’epilogo di questa storia irrecuperabile non è facile prevederlo. Anche ieri l’olandese non si è presentato al centro sportivo di Trigoria. Il terzino, che si è consultato con i suoi avvocati, sembra orientato ad andare alla rottura, per essere ceduto a gennaio, anche in prestito, in assenza di un’offerta concreta per l’acquisto a titolo definitivo.

Niente Giapone, quindi. Karsdorp ha già salutato i compagni prima di lasciare Trigoria e a gennaio spera di trovare una sistemazione. Sul fronte mercato anche la Juve starebbe seguendo con attenzione la situazione, ma c’è anche l’interessamento del Marsiglia allenato da Tudor. Inoltre una soluzione tampone potrebbe anche essere il prestito al Feyenoord, dove era stato già “parcheggiato” dopo la prima sfortunata esperienza romana.

Ma il contratto rinnovato recentemente, con scadenza 2025, e un ingaggio importante, rende più facile una cessione in prestito a gennaio, per arrivare a quella definitiva a giugno. In ogni caso, ogni decisione sarà presa nel rispetto del fair play finanziario, nel senso che la Roma non può cedere gratis Karsdorp e poi pagare per prendere un suo sostituto. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa