Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Solbakken: “Finalmente sono qui. Tifosi meravigliosi, non vedo l’ora di giocare”

Solbakken

Il norvegese è il primo acquisto di gennaio

Il primo rinforzo è arrivato. Da ieri Ola Solbakken è ufficialmente un nuovo calciatore della Roma. L’attaccante scandinavo ha firmato un contratto fino al 2027 – indosserà la maglia numero 18 – ma l’accordo sarà valido soltanto dal primo gennaio 2023, quando scadrà il contratto con il Bodo. La speranza è essere a disposizione di Mourinho durante il periodo che la Roma trascorrerà in Algarve, dal 15 al 22 dicembre. Far cambiare idea ai norvegesi non sarà però una passeggiata.

Il matrimonio tra la Roma e il ventiquattrenne si è celebrato al termine di un corteggiamento durato un anno. I primi contatti tra Tiago Pinto e il suo entourage risalgono al 4 novembre 2021, dopo la sfida con il Bodo durante la fase a gironi di Conference League. A spingere Solbakken a scegliere la Roma, oltre al progetto e all’opportunità di lavorare con Mourinho, è stata la carica dei tifosi romanisti e l’atmosfera percepita da avversario all’Olimpico: “Ho spinto tanto per realizzare il mio desiderio, volevo davvero diventare un giocatore della Roma. Credo molto nel progetto e nei piani del club. I tifosi sono i migliori che abbia mai visto, non vedo l’ora di giocare per loro”. Per farlo dovrà aspettare la gara con il Bologna del 4 gennaio, quando verrà accolto dal suo nuovo pubblico. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa