Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho aspetta il vero Dybala

Inutilizzato con l’Argentina, Dybala sarà il protagonista della seconda metà della stagione della Roma

Che strano Mondiale per Paulo Dybala, spettatore non pagante dell’Argentina dopo la lunga ricorsa per essere convocato. L’attaccante della Roma, finora, non è mai stato impiegato da Scaloni che lo ha lasciato in panchina in entrambe le gare giocate. Per il ct, Dybala è il vice Messi, all’ultimo Mondiale con l’Argentina. Il sostituto del protagonista più atteso della nazionale più attesa.

Se non è una condanna, poco ci manca. Un ruolo da comprimario che sembra non pesare alla Joya, tra i più scatenati nelle esultanze ai gol e nei festeggiamenti nello spogliatoio, come evidenziato in un video social dopo la vittoria sul Messico. Per adesso per Dybala non c’è spazio, poi chissà.

Un panorama che, da un lato spiega ancora una volta quale sia il livello qualitativo della rosa giallorossa, dall’altro, almeno, metterà al riparo i calciatori dagli infortuni, per la felicità di José Mourinho.

Un Mondiale con vista panchina praticamente per tutti i romanisti. A partire da Zalewski, titolare alla prima e ora relegato in panchina dal ct polacco, con Rui Patricio uomo d’esperienza nel Portogallo e Vina comprimario dell’Uruguay. Se ci aggiungiamo i delusi dell’ultimo momento Abraham e Ibanez, si può dire che Mondiale e Roma non vadano granché d’accordo. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa