Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Bereszynski vuole Mou. Ma Pinto è sulle tracce di altri tre terzini destri

I nomi per la corsia di destra

Non soltanto le piste spagnole. Sulla lista di nomi seguiti dalla Roma per sostituire Karsdorp – destinato a lasciare la Capitale – c’è anche Bereszynski. Da parte del giocatore e del suo entourage ovviamente c’è piena disponibilità a trasferirsi alla corte di Mourinho subito dopo il Mondiale. A Trigoria il giocatore piace da tempo, ma attualmente è considerato soltanto una delle possibilità per quanto riguarda il mercato di gennaio. Oltre al polacco, il g.m. Tiago Pinto ha preso informazioni su Bellerin del Barcellona, Odriozola del Real Madrid e Iván Fresneda, classe 2004 del Valladolid.

Profili che a Trigoria vengono valutati positivamente ma, prima di iniziare la ricerca di un nuovo laterale destro, il general manager deve provare a chiudere il caso Karsdorp. Le poche speranze di ricucire lo strappo sono sfumate dopo la scelta dell’olandese di disertare allenamenti e tournée in Giappone (presentando un certificato medico). Ragion per cui, nelle prossime ore, Pinto farà il punto con l’agente Johan Henkes per capire quali squadre sono realmente interessate all’ex Feyenoord. Se non si dovesse riuscire a monetizzare subito dalla sua cessione (in caso di prestito senza obbligo di riscatto) infatti, i giallorossi potrebbero anche decidere di non rimpiazzare l’olandese. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa