Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo, il Milan si fa avanti: pronto al prestito con diritto. La Roma: solo cessione sicura

I rossoneri tentano il colpo last minute

In effetti sembra un paradosso, ma ad indirizzare il futuro di Nicolò Zaniolo potrebbe essere la Lazio. Tutto questo, naturalmente, alla luce di quella che è stata ieri la notizia del giorno, ovvero l’irruzione prepotente del Milan nella trattativa per la cessione dell’attaccante della Roma, che pareva orientata verso il Tottenham. La strategia del club rossonero potrebbe lievitare anche per via di questa considerazione: qualora stasera la squadra di Pioli dovesse non interrompere la sua caduta perdendo all’Olimpico, allora una sterzata al mercato potrebbe essere indispensabile per non perdere l’obiettivo Champions.

Proprio questo, è l’amo che il Milan ha messo davanti alla società giallorossa. Per avere Zaniolo i dirigenti rossoneri sono più che pronti al prestito oneroso con diritto di riscatto: una possibilità che la Roma oggi non considera ma su cui la controparte continua a sperare. Il Milan non vorrebbe andare oltre un assegno “eventuale” da 18 milioni, da sborsare senza alcun obbligo alla fine dell’estate. Ma è chiaro che se nel frattempo la situazione a Roma diventerà ancora più esasperata, con Zaniolo che spinge per la cessione, allora anche il Milan potrebbe fare un passo avanti. Dal Milan non negano l’interesse, negano che sia state già inviate offerte ufficiali. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa