Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Roma che gioca si cambia

La Roma sfida il Frosinone allo Stirpe nel match di domenica alle ore 18: ecco tutte le novità rispetto alla gara con il Feyenoord

L’identità di Daniele De Rossi come allenatore rimane costante, ma la sua strategia è soggetta a continui cambiamenti e adattamenti durante questo primo mese di esperimenti e valutazioni con la Roma. A Rotterdam, nella quinta partita alla guida della squadra e al debutto europeo assoluto, DDR ha presentato una versione completamente diversa della sua squadra.

Per affrontare il Feyenoord in modo efficace, soprattutto considerando l’atmosfera incandescente dello stadio De Kuip, ha optato per una difesa con una doppia linea sulle fasce, adottando un 4-4-2 puro per neutralizzare le minacce avversarie.

Questa mossa ha sorpreso l’allenatore del Feyenoord, Arne Slot, che si aspettava una Roma più aggressiva e offensiva. Tuttavia, è errato pensare che De Rossi abbia giocato solo per non perdere: la squadra ha mostrato autorità sin dall’inizio, creando diverse occasioni per segnare, soprattutto grazie alla brillantezza di Paredes. Il centrocampista argentino ha dimostrato grande visione di gioco e ha sfiorato il gol con un tiro che ha colpito la traversa quando il punteggio era ancora sullo 0-0.

De Rossi è tornato a Trigoria con maggiori certezze: nell’incontro dei quarti di finale dello scorso anno a Rotterdam, la Roma potrebbe aver giocato meglio ma ha comunque perso. Questa volta, grazie alla solidità difensiva e alla presenza costante di Dybala, la squadra ha la possibilità di vincere, eliminando il Feyenoord. Dybala, che ha giocato la sua quinta partita consecutiva senza problemi fisici, avrà tutto il tempo per cercare il gol decisivo, che potrebbe arrivare nel prossimo match contro il Frosinone se verrà risparmiato. Questo dettaglio potrebbe essere cruciale per le ambizioni europee della Roma. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Romelu Lukaku & Theo Hernandez
Con il modulo di DDR Lukaku è meno isolato davanti: "Big Rom" vuole ritrovare il...
Anthony Taylor
Ormai non fa nemmeno più notizia: Anthony Taylor ne ha combinata un'altra, stavolta in occasione...
Bandiera logo Roma
Mentre l'inchiesta della Procura Sportiva va avanti, il sexgate giallorosso produce i primi risultati in...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie