Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Corriere della Sera, “Top e flop della stagione giallorossa”

Lazio e Roma nel 2018: alti e bassi, Immobile e Dzeko, Lulic e Zaniolo, la pioggia di milioni della Champions giallorossa. L’anno solare rivisto attraverso i numeri proposti dal Corriere della Sera.

0 le partite in A di Zaniolo prima di arrivare alla Roma: il 19enne toscano, la più bella sorpresa del 2018 giallorosso, ne aveva giocate solo 7 in B con l’Entella nel 2016-17. A settembre ha esordito prima a Madrid in Champions e poi col Frosinone in campionato: ed ha già totalizzato 15 presenze.

5 le sconfitte in casa della Roma in campionato nel 2018 (contro Atalanta, Sampdoria, Milan, Fiorentina e Spal), più delle 4 subite in trasferta.

6 su 6 le trasferte di Champions in cui la Roma ha preso gol nell’anno solare (con 5 ko e un successo a Mosca): sono diventate 31, così, le partite consecutive fuori casa da cui i giallorossi non riescono a tenere la porta inviolata, in questa coppa, dopo un 2-0 a Lione del 2007.

10 i gol di Dzeko nelle 10 partite giocate in Champions nel 2018. Gli stessi segnati in campionato, dove però ne ha giocate 33, più del triplo. Con 15 reti totali in Champions, il bosniaco è a -2 dal record giallorosso di Totti.

16 i marcatori diversi della Roma, un record stagionale, nel campionato in corso: già uno in più di quanti erano stati in tutto il 2017/18.

62,5 i milioni (più 10 di possibili bonus) per cui la Roma ha ceduto a luglio Alisson al Liverpool.

68 i punti della Roma in campionato nel 2018, uno in più della Lazio.

83 i milioni guadagnati dalla Roma (abbondanti: 83.802.000 per la precisione) con la semifinale raggiunta nella Champions League 2017-18: un montepremi inferiore solo a quello (88.654.000) del Real Madrid vincitore. Più gli incassi, naturalmente: quello dell’ultima partita, il 4-2 al Liverpool, è stato di 5.545.187 euro, record assoluto giallorosso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa