Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zappacosta arriva alla Roma per dare gas in fascia. E giocarsi le carte giuste per l’Europeo

Le parole del nuovo terzino giallorosso appena sbarcato a Fiumicino: «Sono felice così, aspettavo questa nuova avventura»

Tutto in ventiquattro ore. La trattativa con il Chelsea si era sbloccata nella notte tra lunedì e martedì, ieri sera l’arrivo a Fiumicino, oggi visite e firma. Davide Zappacostada oggi sarà ufficialmente un giocatore della Roma, il settimo acquisto dell’era-Petrachi. Il terzino di Sora arriva dal Chelsea in prestito secco, anche grazie al lavoro svolto dal d.s. giallorosso, che lo ha avuto a sua disposizione già al Torino, dal 2015 al 2017.

«Sono felice così, aspettavo questa nuova avventura», le parole rilasciate ieri a qualche amico che è corso a salutarlo a Londra. Aveva voglia di tornare a giocare in Italia. Un po’ per ritrovare spazi e considerazione che pian piano si erano persi nel Chelsea, un po’ per giocarsi ancora le carte giuste in vista dell’Europeo 2020.

Tanta era la voglia di iniziare questa nuova avventura, che il giocatore ha deciso di ridursi in parte lo stipendio. Considerando infatti i 50 giorni già a carico del Chelsea di questa stagione e i soldi ai quali il giocatore ha rinunciato, alla Roma come ingaggio dovrebbe costare meno di due milioni. Lo scrive oggi La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa