Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Le misure di sicurezza stabilite dalla Questura di Roma per il derby: info, orari e viabilità

Day

Cancelli aperti alle 15.30

Si è appena concluso il Tavolo Tecnico in Questura durante il quale sono state definite le misure di sicurezza in occasione del derby tra Lazio e Roma, previsto per le ore 18.00 di domenica 1 settembre presso lo Stadio Olimpico, a cui assisteranno circa 47 mila/52mila spettatori, di cui 13 mila romanisti. L’apertura dei cancelli avverrà alle ore 15.30 con possibilità di anticipo alle ore 15.00.

Sono state previste aree di parcheggio delocalizzate: per i tifosi della Lazio in Viale XXVII Olimpiade e a Tor di Quinto, mentre per quelli della Roma nell’area di Piazzale Clodio. Interdetto il traffico veicolare sul Lungotevere Maresciallo Cadorna, Ponte Duca d’Aosta, Lungotevere Maresciallo Diaz nel tratto compreso tra piazzale Lauro De Bosis a Largo Maresciallo Diaz, Lungotevere Oberdan, Lungotevere della Vittoria viale Tor di Quinto nel tratto compresso tra Largo Maresciallo Diaz a via Civita Castellana – Lungotevere della Vittoria, Lungotevere Oberdan.

Vietata la vendita per asporto di bevande in bottiglie o in contenitori di vetro, ad eccezione di generi alimentari di prima necessità confezionati esclusivamente in vetro, dalle ore 15.00 e sino a due ore dopo il termine dell’incontro di calcio nell’area dello Stadio Olimpico e vie limitrofe. Infine è vietato lo stazionamento di veicoli adibiti a punti di vendita di generi alimentari e di gadget vari. Lo scrive questure.poliziadistato.it.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News