Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Dalla Roma alla Roma: Politano torna in giallorosso dopo 8 anni (FOTO)

Tifoso romanista, cresciuto a Trigoria, il classe ’93 non ha mai esordito in giallorosso. Ceduto nel 2012, non ha coronato il sogno di giocare con la maglia capitolina: ora può farlo

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano“. L’amore, in questo caso specifico, è quello tra Politano e la Roma, i giri immensi sono, nell’ordine, Perugia, Pescara, Sassuolo e Milano, sponda Inter. Sette stagioni e mezzo prima di coronare il sogno di indossare la maglia giallorossa, quella della prima squadra. Matteo Politano, nato nella Capitale il 3 agosto 1993, è cresciuto, da tifoso giallorosso, nel settore giovanile di Trigoria.

Arrivato sin da piccolo al Bernardini, si è consacrato nel 2009-2010 quando, sotto la guida di Stramaccioni, gli Allievi Nazionali giallorossi diventano Campioni d’Italia. Due anni in Primavera con Alberto De Rossi, e la vittoria dello scudetto 2011, prima di dire addio al sogno di esordire tra i professionisti con la Roma. Nel 2012 lascia il settore giovanile per sopraggiunti limiti di età. La Roma decide quindi di mandarlo in prestito al Perugia, in Lega Pro Prima Divisione (attuale Serie C). In Umbria Politano è protagonista di un’ottima stagione: 8 reti in 28 gare di campionato, chiuso al secondo posto, e qualificazione ai playoff per la Serie B, dove però il Perugia viene eliminato dal Pisa.

Tornato alla base e, ancora una volta, il sogno di far parte della Roma svanisce ancora con più forza: cessione al Pescara in Serie B, ma stavolta non in prestito, bensì in comproprietà, il cartellino diviso a metà tra la Roma e il club abruzzese. Anche in B riesce comunque a confermarsi su buoni livelli: 77 presenze e 12 reti in due stagioni. Nell’estate 2015, la Roma decide di riacquistare il suo cartellino: la comproprietà si risolve alle buste.

Ancora un prestito: Politano passa al Sassuolo a titolo temporaneo con diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni. Ironia della sorte: segna il suo primo gol in Serie A proprio contro la “sua” Roma. Il 20 settembre 2015 all’Olimpico finisce 2-2. In zona mista Politano ammette: “Tornare alla Roma è il mio sogno“. Dopo la prima stagione, però, nell’estate 2016, il Sassuolo lo riscatta e Politano per la prima volta non è più di proprietà del club giallorosso. Rimane in Emilia fino al 2018, siglando 24 reti in 110 presenze ed esordendo in Europa League.

Si trasferisce così all’Inter, fortemente voluto da Spalletti. Si trasferisce in prestito con diritto di riscatto in nerazzurro. 6 reti il suo bottino a Milano, in 63 presenze, con annesso esordio in Champions League.

A gennaio 2020 la chiamata della Roma. Il club giallorosso cerca un calciatore pronto e che conosca la Serie A, per non far pesare eccessivamente, e numericamente, l’assenza di Zaniolo, infortunato. Con 143 presenze e 25 reti in campionato è un profilo adatto per il club di Trigoria. E torna dove è cresciuto dopo quasi 8 anni. Per coronare il sogno di giocare con la squadra che ha sempre tifato.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti