Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Garcia: “La Roma è sempre nel mio cuore. De Rossi? Sarà un allenatore di grande livello”

Il tecnico del Lione: “Ho grandi ricordi del mio passaggio alla Roma, ho scoperto il vostro Paese, un grande calcio, l’amore”

Intervistato da Sky Sport in vista dell’andata degli ottavi di Champions League contro la Juventus in programma mercoledì, l’ex tecnico giallorosso e attuale allenatore del Lione, Rudi Garcia, ha parlato anche del passato alla Roma:

“Allenare la Juventus? Per il momento sono a Lione. Il mio modo di fare non è mai cambiato. Quando sono in un club lavoro sempre come se fosse il mio ultimo club. Il problema nel calcio è che anche se tu, allenatore, vuoi una cosa del genere, a volte i presidenti o le società vedono le cose in un altro modo. Ho grandi ricordi del mio passaggio alla Roma, ho scoperto il vostro Paese, un grande calcio, l’amore. Per me l’Italia e la Roma sono nel mio cuore ed è normale che sia così. Ma oggi sono al Lione e sto benissimo. Speriamo di vincere trofei qua. È il mio obiettivo perché è da troppo tempo che il Lione non vince dei trofei”.

Su Daniele De Rossi: “Sarà sicuramente un allenatore di grande livello. Non era solo un giocatore che sapeva fare tutto in modo incredibile, tecnicamente, tatticamente e fisicamente. Era un giocatore come ne ho visti pochi. Era anche un leader sul campo, uno che capisce molto di tattica. Un centrocampista che equilibrava la squadra. Sicuramente sarà un allenatore di qualità, onesto, che sa motivare la squadra. Sul piano mentale sarà sicuramente forte. Ha tutto per farlo. Daniele futuro allenatore della Roma? Sì, perché no? Per il momento hanno Fonseca che un allenatore di qualità. Credo che a Daniele serva fare i suoi step per imparare il mestiere”.

“Ho vissuto malissimo la sua partenza. Quando hai un giocatore di un tale livello devi fare tutto per farlo uscire dalla porta principale. Non so cosa sia successo nel club, ma si meritava un’uscita con più trasparenza e all’altezza della sua incredibile carriera”, le sue parole su Francesco Totti.

“Un giorno una finale Lione-Roma? Sarebbe fantastico. Dov’è la carta che la firmo subito?”, ha concluso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News